Monday, February 2, 2015

Episode XVIII - very first draft

Stamani son andato a correre sull'altra sponda del Tevere, quella su cui tempo fa avevo visto i fuochi. In effetti c'è un vero e proprio accampamento dove vivranno almeno una decina di persone. A vederle paiono indiani, parlano una lingua a me inintelligibile e son tutti ben rasati. Le capanne sono costruite con pezzi di legno di varia provenienza e coperte con teloni di plastica tenuti insieme da cordami. Visto il numero delle persone che si ritrovano intorno al fuoco o ci sono altre capanne sparse tra i canneti circostanti oppure questi disgraziati dormono uno sopra l'altro. Francamente non saprei si possa esser d'aiuto informare i vigili… Mentre mi avvicinavo all'accampamento alla BBC parlavano dell'ultimo fronte di Putin, quello delle province filo-russe della Georgia. Ancora una volta nessuno riesce a prevenire gli assalti russi né a soccorrere gli aggrediti. Malgrado la caduta dell'Unione Sovietica la storia continua a ripetersi.

WhatsApp Edo - "Ti cercano da SkyNews24 per una trasmissione sulla Georgia ma vorrebbero sapere qual'è la tua posizione"

Io - "ieri avevo preparato questa dichiarazione che poi alla fine non ho mandato per usarla come traccia per l'intervento in aula. Per l'appunto non ci sarà un dibattito, pare, sulla Georgia, quindi manda pure questo. Grazie!

Mentre diversi paesi, come la Lithuania, l'Ukraina, gli Stati uniti e la Francia, con Bernard Kouchner stanno inviando emissari diplomatici in Georgia, l'Italia a Tblisi è rappresentata solo da un incaricato d'affari. Vista la paralisi del Consiglio di Sicurezza ad opera della diplomazia russa, occorre agire urgentemente in loco: il Ministro si coordini col collega francese chiedendo una riunione straordinaria del Consiglio degli affari generali dell'UE a Tblisi stessa per imporre, da subito, con la loro mera presenza nel paese, il cessate il fuoco e avviare un'intensa attività di contatti, anche transnazionale, che non escludano però gli abkhazi e gli osseti.

Occorre infatti fare molta attenzione alle richieste degli abitanti delle due province e in particolare a quelle degli abkhazi, che conosco personalmente, e coinvolgerli quanto più possibile direttamente, come già avveniva con la missione UNOMIG, nella ricerca di una soluzione alle loro richieste. Parlare con Mosca perché li tranquillizzi o se ne faccia portavoce, ci fa correre il rischio di creare le condizioni per un’annessione manu militari della punta occidentale della Georgia. Se veramente si ha a cuore la stabilità della regione, questa sicuramente non può essere negoziata senza tenere di conto delle aspirazioni degli abkhazi che, non necessariamente, sono sovrapponibili alle mire russe sul Mar Nero.

Per quanto mi riguarda, son pronti a facilitare il processo negoziale fungendo da ponte con la leadership abkhaza, che conosco grazie alla loro appartenenza all’UNPO, un’organizzazioni di popoli e nazioni non rappresentanti con sede a l’Aia, di cui sono stato recentemente eletto.


Email SkyNews24 - "Grazie del comunicato senatore, siamo in attesa della conferma di un rappresentante dell'Ambasciata russa qui a Roma. Le faremo sapere"


WhatsApp Edo - "Doplo l'Aula anche la trasmissione è stata sconvocata…"

Io - "L'Aula lo posso capire perché il ministro è dovuto volare urgentemente a Bruxelles, la trasmissione invece…"


Telefonata Dell'Olmo - "E' arrivata la richiesta d'arresto per il tesoriere. E' un bel casino! La giunta per le autorizzazioni è stata convocata d'urgenza. Secondo me entro questa settimana arriva in aula".

Io - "Azz! Tu l'hai sentito?"

D - "Non risponde agli sms"

Io - "E chiamalo no?"

D - "Meglio di no, era un po' che i rapporti s'erano logorati…"

Io - "Beh io lo conosco poco. Ora lo cerco"

Io - "Mi ha risposto ringraziandomi e dicendomi che preferisce non parlar con nessun parlamentare ma solo coi giornalisti che lo stanno attaccando da tutte le parti e coi membri della giunta a cui ha chiesto di poter intervenire…"


WhatsApp Edo - "Ma dove sei? qui stanno continuando a uscire dichiarazioni su dichiarazioni sulla Georgia!!! Te le allego"

Io - "Grazie, dirama questa mia per favore. Ciao.

Ma davvero il Ministro ritiene che quanto ottenuto dalla Francia sia soddisfacente e che dimostri come Mosca riconosca l’importanza del ruolo dell’Europa? A parte il fatto che ancora una volta esistono (almeno) due versioni di quanto conquistato dal Presidente francese: secondo lui le truppe dovrebbero russe dovrebbero 3 settimane dopo le promesse di agosto, mentre per il Ministro russo 10 giorni dopo l’arrivo degli osservatori dell’UE, che a oggi son previsti per il 1 ottobre! C’è da chiedersi chi ancora possa ritenere la Russia un interlocutore sincero di cui ci si possa fidare.

Può darsi che i “dettagli” sulle date si siano persi nella traduzione? Oppure c’è un’associazione trans-nazionale al vilipendio dell’opinione pubblica europea? Stiamo correndo il rischio che si vengano a creare le condizioni per cui solo ed esclusivamente la NATO possa agire politicamente nella regione? Capisco che nella permanente necessità di interpretare quanto sottoscritto con Mosca non si possa imporre il rispetto dei patti ai russi, ma pensare che questa situazione porti un minimo di stabilità o sicurezza nella regione è del tutto irresponsabile.

Gli omicidi dei giorni scorsi di giornalisti indipendenti in Kabardino Balkaria, Inguscezia e Dagestan, i ritorni di frizioni in Nagorno Karabakh, il silenziamento di quanto detto da Mosca al Presidente Moldavo circa la Transnistria, nonché l’escalation della crisi politica ucraina la dicono lunga sulle intenzioni russe nella regione. Continuare a non imporre una posizione comune che sia chiara in merito al rispetto del diritto internazionale e dei patti siglati farà divenire l’Europa complice dei prossimi conflitti nella regione".


WhatsApp Simone - "Ooooh, la guerra fredda è finita!"

Io - "Lo dice l'assistente del tuo capogruppo?"

S - "Lo dicon in diversi qui in commissione difesa. A legger le tue dichiarazioni par d'essere negli anni '70"

Io - "Mi piacerebbe poter scrivere romanzi di spie ambientati in quelle zone e in quell'era ma qui, purtroppo, è tutto molto attuale. Ormai Putin lo dovrebbero conoscere bene, anche perché non perdon occasione di andarci a cena a casa!"

S - "Io son d'accordo con te, ma non son nessuno e son solo…"

Io - "Vedrai vedrai che alla fine lo Zio Sam c'aiuterà anche questa volta. Oggi si sta scrivendo un altro capitolo dell'inutilità politica dell'UE. Che disastro..."

S - "Pensa te che ho iniziato a uscire con una russa…"

Io - "Bon per te! Non le dire che mi conosci eh! ;-) Se fosse dissidente senti se c'ha un'amica!"


WhatsApp Vittoria Menta - "Stasera?"

Io - "Si ma tardi"

VM - "Qui è un delirio per via della Georgia quindi OK"


SMS GruppPD - "L'informativa del Ministro degli esteri sulla crisi georgiana si terrà domattina alle ore 730 e solo per le commissione III e IV di Camera e Senato. Si raccomanda presenza."

SMS Nadege - "J'ai compris. Addio"

Io - "...'